Secondo Seminario “Open Knowledge”: La democrazia partecipativa, qual è il ruolo degli open data?

di Marco Salicini

Democrazia Partecipativa

Le studentesse e gli studenti del Laboratorio Open Data, Comunicazione e Sanità, hanno il piacere di invitare il pubblico interessato al secondo seminario aperto che si terrà Mercoledi 28 Gennaio dalle 11.00 alle 12.30 presso l’aula A al Piano Terra del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali in via dei Bersaglieri n 6. Dopo il successo del primo appuntamento dedicato all’Open Science, che si è avvalso delle competenze della dottoressa Angela Simone, in questo secondo incontro si affronterà il tema della “democrazia partecipativa” grazie all’intervento del prof. Rodolfo Lewanski, docente del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali. Il prof. Lewanski, che da anni approfondisce tramite le sue ricerche la produzione dei beni pubblici mediante il coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali, introdurrà la legge per la partecipazione deliberativa in Toscana ed approfondirà , con alcuni esempi dall’estero , il tema della sanità. Prosegue con questo secondo incontro il percorso di seminari aperti al pubblico sulla Open Data e Open Culture. L’ingresso è gratuito.
Per ulteriori informazioni Marco Salicini e Compassunibo.

Annunci

Social media recruiting: selezione del personale 2.0. Positivo o negativo?

Assunzionedi Alessia Angelo

L’era del web 2.0 ha da anni detto addio ai sistemi di comunicazione tradizionali, agli incontri in presentia, all’ammontarsi di documenti sui banchi d’ufficio: la new comunication, ha reso, infatti, da qualche anno la vita più smart. Uno degli ambiti coinvolti nel processo di innovazione è anche la selezione del personale. Continua a leggere

Il primo curriculum vitae su Facebook

di Francesca Perrino

In questo periodo di crisi economica e disoccupazione giovanile alle stelle,  cosa può fare un giovane alla ricerca di lavoro per attirare l’ attenzione dell’addetto alle risorse umane di un’ azienda? Come è possibile rendere il proprio curriculum vitae accattivante? Cosa si può fare per “lasciare il segno”?

Queste sono le stesse domande (o almeno immagino) che si è posto Claudio Nader l’ideatore del primo curriculum vitae su Facebook. Continua a leggere

Social Street: la community nasce dalla strada

Social Street Via fonzazza

Social Street Via Fondazza

di Chiara Lo Dico

Tutti ne parlano, tutti le vogliono. La Social Street all’italiana impazza per le città del bel paese. Prima regola: chiedi al vicino.
Ma andiamo con ordine… Continua a leggere

Facebook: obsoleto o porto sicuro?

di Michela Gallo

Photo by Tim BouwerSi sa, nell’era della tecnologia e del web 2.0 il gossip non è più affare solo della vita mondana e privata dei vip dello star system: i nuovi protagonisti dei rumori di corridoio sono ormai i social media. Facebook, la piattaforma più popolare della scuola, spesso criticata per i continui cambiamenti sia d’aspetto che per le politiche di privacy, è ancora una volta al centro dell’attenzione. Ultimamente, infatti, dovendosi confrontare con numerosi social media e applicazioni specifiche, è stata accusata di vecchiaia e di “tuttologia” mal fatta . È davvero così o ci sono punti di vista che sfuggono alle critiche negative?

Continua a leggere

Hola¡ Do you parli italiano?

di Margherita Simi

Se vi capita di camminare per un parco, o lungo i portici di Bologna e sentire delle persone parlare un mix di lingue, potreste esservi appena imbattuti in un incontro di “Italiano insieme”, un’ associazione in divenire; un gruppo di persone che si ritrova per aiutare gli stranieri nell’ integrazione con la nostra cultura, soprattutto attraverso la lingua. Continua a leggere

Educazione digitale a scuola: imparare a conoscere e a vivere

OLYMPUS DIGITAL CAMERAdi Yvonne Venturetti

Introdurre l’educazione all’uso dei social media nelle scuole pubbliche: cosa ne pensate? Potrebbe chiamarsi “educazione digitale” ed andrebbe ad aggiungersi alle materie ordinarie previste dal sistema scolastico.

Continua a leggere