Secondo Seminario “Open Knowledge”: La democrazia partecipativa, qual è il ruolo degli open data?

di Marco Salicini

Democrazia Partecipativa

Le studentesse e gli studenti del Laboratorio Open Data, Comunicazione e Sanità, hanno il piacere di invitare il pubblico interessato al secondo seminario aperto che si terrà Mercoledi 28 Gennaio dalle 11.00 alle 12.30 presso l’aula A al Piano Terra del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali in via dei Bersaglieri n 6. Dopo il successo del primo appuntamento dedicato all’Open Science, che si è avvalso delle competenze della dottoressa Angela Simone, in questo secondo incontro si affronterà il tema della “democrazia partecipativa” grazie all’intervento del prof. Rodolfo Lewanski, docente del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali. Il prof. Lewanski, che da anni approfondisce tramite le sue ricerche la produzione dei beni pubblici mediante il coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali, introdurrà la legge per la partecipazione deliberativa in Toscana ed approfondirà , con alcuni esempi dall’estero , il tema della sanità. Prosegue con questo secondo incontro il percorso di seminari aperti al pubblico sulla Open Data e Open Culture. L’ingresso è gratuito.
Per ulteriori informazioni Marco Salicini e Compassunibo.

Annunci

Why War? – Parole e figure per riflettere assieme sulla grande guerra

Com’è possibile che [una] minoranza riesca ad asservire alle proprie cupidigie la massa del popolo, che da una guerra ha soltanto da soffrire e da perdere?
(Albert Einstein)

Credo che la ragione principale per cui ci indigniamo contro la guerra è che non possiamo fare diversamente. Siamo pacifisti perché a ciò siamo necessitati da ragioni organiche.
(Sigmund Freud)

In occasione del centenario dall’inizio della Prima Guerra mondiale il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali organizza, tra Bologna e Forlì, una settimana di letture, proiezioni e discussioni che ruotano intorno ad alcune parole chiave: racconti, confini, masse, pace e guerra e accelerazioni. Il titolo della manifestazione, Why War?, riprende quello del carteggio tra Albert Einstein e Sigmund Freud: le loro riflessioni risuonano ancora oggi tristemente attuali.

Il programma e molte informazioni utili sono disponibili nel sito dell’iniziativa. Gli incontri e le proiezioni si svolgeranno tra le sedi dell’Alma Mater di Bologna e Forlì dal 10 al 14 novembre. L’ingresso ai dibattiti sarà libero e gratuito, mentre l’ingresso alle proiezioni sarà limitato agli studenti e ai docenti dell’Università di Bologna.  Per seguire gli eventi su twitter potete utilizzare il tag #whywar.

#MerryCompass: insieme per la condivisione del Natale

di Eleonora Giunchi

Spesso, anzi troppo spesso succede di trovarsi nello stesso treno, nella stessa aula, nella stessa biblioteca con dei perfetti sconosciuti dalle facce conosciute. Persone con cui abbiamo condiviso uno spazio, un hobby, una passione, ma di cui non sappiamo nulla, perché l’unica parola che siamo riusciti a scambiarci è un “ciao” e forse, in alcuni casi, neanche quella. Quando l’ostacolo non è la sola timidezza ma anche la lingua, tutto diventa un po’ piu complesso. Eppure sarebbe cosi semplice e spontaneo scambiare quattro chiacchiere. È insito nell’uomo infatti l’essere gregario, socievole, naturalmente predisposto al contatto.  Siamo a pochi giorni dal Natale, cosa c’è di piu bello che condividerlo insieme? Continua a leggere

Vent’anni di Artissima: tra arte contemporanea e cultura internazionale

Artissima 2013

Foto by Nick Ash

Dall’8 al 10 novembre Torino apre le porte ad Artissima, l’Internazionale d’Arte Contemporanea con preview e vernissage del 7 novembre. Continua a leggere

TEDx Bologna 2013: chi sta accelerando il nostro futuro?

tedxbologna1

TedxBologna

Di Michela Missimi e Joska Scekic

Il 12 ottobre al Teatro Testoni di Bologna, si è svolto l’evento più innovativo dell’anno: “TEDx Bologna”. TED (Technology Entrateinment Design) è una conferenza nata grazie al graphic designer Richard Saul Wurman nel 1984 a Monterey (California). Non ha avuto successo fin da subito ma ha iniziato ad avere fama mondiale nel 1990. Nel 2009, in seguito all’aumento dei partecipanti, la sede della conferenza si sposta a Long Beach (California). Adesso viene fatta anche in altre città del mondo tra le quali appunto Bologna. Continua a leggere

Sara Ferri

Sara FerriSono Sara Ferri, ho 24 anni, mi sono diplomata nel 2009 presso l’istituto tecnico commerciale Rosa Luxemburg con indirizzo perito aziendale corrispondente in lingue estere dove ho studiato e imparato le seguenti lingue: inglese, francese, spagnolo.

In seguito mi sono iscritta a Scienze della Comunicazione a Bologna, dove ho acquisito conoscenze e competenze in ambito semiotico, pubblicitario e dei nuovi media, durante il 3° anno di università ho effettuato un tirocinio universitario presso un’agenzia di pubblicità e marketing in cui il mio ruolo era la vendita di spazi pubblicitari per una guida dei quartieri di Bologna. Questa esperienza è stata molto formativa per me in quanto ho imparato le varie tecniche di comunicazione e vendita in base ai vari clienti, alle loro esigenze e ai vari media (cartaceo, online, radio).

In seguito alla laurea avvenuta nel 2012, ho effettuato un altro tirocinio presso l’associazione Manifattura delle arti (un progetto per la riqualifica e valorizzazione di alcuni quartieri di Bologna sottovalutati) e ho deciso di iscrivermi alla Laurea Magistrale di Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale, dove sto acquisendo sempre più conoscenze in ambito dei social media, web 2.0, posizionamento SEO e nella creazione di un sito/blog attraverso WordPress.

Da cinque anni lavoro come interprete, hostess e promoter per fiere ed eventi di qualsiasi tipo di qualsiasi ambito, è un lavoro che mi piace tanto e che mi ha permesso di fare esperienza lavorativa in quanto ogni fiera/evento richiede una mansione differente e una ottima capacità comunicazione vendita e serietà, inoltre, mi ha permesso di capire, anche se indirettamente i vari piani marketing che le aziende effettuano per il lancio e la promozione di un prodotto e l’organizzazione di un evento.

Il mio sogno è lavorare in un’ importante agenzia di pubblicità e comunicazione e progettare pubblicità e piani di marketing.

Ho numerose passioni e hobby: la musica, il ballo (ho effettuato un corso di hip hop e stofrequentando un corso di salsa cubana), ho anche effettuato un corso di teatro.