Il giornalismo ai tempi dell’ Open Data

7651255714_b476e0a77e_bdi Gabriella Comparato

Di Data Journalism abbiamo parlato non molto tempo fa nel nostro blog.
Oggi la massiccia invasione di dati attraverso la creazione di numerose piattaforme open source non rappresenta soltanto una crescente partecipazione collettiva alle discussioni generate intorno a temi d’interesse globale -si pensi al fenomeno Wikileaks, o alle proteste post elettorali in Iran che hanno avuto un’eco fortissima in tutto il mondo grazie a Twitter – ma definisce anche una nuova possibilità di fare giornalismo di qualità. I dati, da soli, servono a poco. E’ compito dei giornali interpretarli e diffonderli. Il Data Journalism consiste proprio nell’analizzare, manipolare e rendere comprensibile il discorso che si cela dietro la montagna di dati che, senza un’ interpretazione adeguata, perderebbero di senso, o rischierebbero di passare inosservati nei meandri del web.

Continua a leggere

Annunci

Mise-Miur: bando per sostegno alle start-up

8567984480_2481437436_bdi Gabriella Comparato

I Ministeri dell’Istruzione e dello Sviluppo economico annunciano lo stanziamento di 30 milioni di euro per micro, piccole e medie imprese attive da meno di sei anni (start-up o spin-off) nelle regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

Per saperne di più, e per scaricare il bando di partecipazione, visita il sito di Bollenti Spiriti, di cui avevamo scritto anche in una precedente post

Nasce Alma Cube srl

Landscapedi Gabriella Comparato

Per la prima volta, in Italia, l’Università e l’Associazione di Industriali costituiscono una società di capitale per sostenere e accelerare processi di incubazione di progetti aziendali nati nell’ambito accademico.

L’ Ateneo di Bologna e Unindustria Bologna, dopo lo scioglimento del consorzio di imprese Alma Cube, hanno dato vita a una società di capitale partecipata al 50%, in cui l’ Università, oltre al marchio, conferisce know how ed esperienza, mentre Unindustria, co-promotore del progetto, mette a disposizione servizi di accompagnamento al mercato e risorse sia economiche sia umane per lo svolgimento delle attività.” Continua a leggere

Gabriella Comparato

31701_428787780814_2949552_nSono nata a San Giovanni Rotondo (FG), paese difficile sotto molteplici aspetti e da cui mi sono sentita sempre un po’ distante, forse perché la mia famiglia ha radici lontane.
La passione di mio padre per la pittura e l’arte, e la biblioteca, ricca di favole, racconti, poesie e romanzi di ogni genere, hanno sempre stimolato la mia immaginazione e la mia creatività sin da bambina. Disegnavo discretamente, ricordo, e sorrido di quando pensavo che da grande avrei lavorato per Walt Disney. Così non è stato, non ho mai educato la mia mano alla tecnica, e la propensione alle materie umanistiche ha preso il sopravvento. Dopo il liceo classico, complice anche il desiderio di uscire dal “paesello”, ho fatto le valigie e sono venuta a vivere a Bologna, dove ho conseguito la Laurea in Dams Cinema. Il disegno (animato) è in qualche modo ritornato ad appassionarmi proprio nella stesura della mia tesi di laurea, che aveva come argomento la critica alla società dei consumi nell’opera di Bruno Bozzetto. Del cinema ho in qualche modo sempre amato il linguaggio visivo, che ho cercato di esplorare attraverso la fotografia, sia analogica che, di recente, digitale.
La passione per la scrittura, invece, non mi ha mai abbandonato, è rimasta tuttavia una scrittura strettamente privata, personale, nonostante le occasioni di espormi non siano mancate, e anzi, una volta ho anche partecipato a un concorso letterario, ma mi sono recentemente accorta che il mio racconto è stato stravolto nell’ortografia: un vero e proprio scempio linguistico che non è il caso di rivangare.
La curiosità verso quello che mi circonda, la riflessione e l’irresistibile voglia di dire sempre quello che penso, condito spesso con una vena di sana polemica, mi hanno probabilmente spinto a iscrivermi alla Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale. Qui, poi, sto affrontando e piano piano vincendo la mia timidezza: l’anno scorso, il mio primo anno, presentando con i miei colleghi un progetto di fronte a dei committenti “veri”; quest’anno forse sarà la volta buona per poter davvero cimentarmi nella scrittura, qui, attraverso questo blog curato da tutti noi ragazzi del Laboratorio di Organizzazione Eventi.
Chissà che non sia davvero l’inizio di qualcos’altro.

Il mio album su Flickr
Il mio profilo su Linkedin

Il labirinto del No

4476958190_87c7e13317_oDomani, mercoledì 13 Marzo, i “Docenti preoccupati” organizzano un incontro per discutere della figura di Bartleby, lo scrivano nato dalla penna di Herman Melville nel 1853 e che ha da sempre ispirato e affascinato numerosi scrittori.

Intervengono Gianni Celati, Ermanno Cavazzoni, Daniele Giglioli, Bruno Giorgini, Monica Dall’Asta, Federico Bertoni, Christian Raimo, Antonio Scurati, Maurizio Matteuzzi, Donata Meneghelli, Wu Ming, il collettivo Bartleby.

L’incontro si terrà alle ore 14.30 in Aula Pascoli, v. Zamboni 32, piano terra.

I bollenti spiriti dei giovani Pugliesi

White Springs School 5th graders dancing, Florida no copyright

White Springs School 5th graders dancing, Florida no copyright

di Gabriella Comparato

In Puglia, i giovani sono considerati una risorsa, non un problema. La loro voglia di partecipare, di cambiare lo status quo, l’energia e le idee innovative sono state lo spunto per la creazione di un programma a lungo termine per lo sviluppo culturale, sociale ed economico pugliese.

Promosso e coordinato  dall’Assessorato alla Politiche Giovanili  e Cittadinanza Sociale, Bollenti Spiriti è il programma della Regione Puglia per le Politiche Giovanili che dal 2005, anno della sua nascita, attraverso numerose iniziative, stimola e coinvolge la partecipazione dei giovani pugliesi alla vita della regione in ogni suo aspetto. Continua a leggere