#Merrycompass: tiriamo le somme del nostro primo evento

di Stefania Pianu e Yvonne Venturetti

Dopo tanta attesa, trepidazione, impegno e idee da concretizzare in poco tempo, il grande giorno è arrivato! Il 12 dicembre ha preso forma il nostro primo evento, il #merrycompass, presso il Teatro Tenda, nel Parco della Montagnola. Un aperisocial, com’è stato definito, che ha voluto riunire gli studenti del Compass, per poter favorire l’interazione e la socializzazione.Il tutto si è svolto in un’atmosfera natalizia, in un clima molto accogliente e familiare, totalmente diverso dalle aule universitarie, dove, a stento, ci si scambia un saluto. Grandi protagonisti, i numerosi ragazzi che frequentano il corso di Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale, provenienti da diverse parti del mondo.

Prendendo come spunto la Festività Natalizia, #Merrycompass ha voluto, infatti, indagare come venga percepito il Natale dagli studenti, ascoltando voci diverse, testimoni di culture differenti e molto interessanti. Ascolto, confronto, dibattito come anime di una serata che avrebbe poi lasciato spazio alla libera socializzazione, priva di ogni timidezza.

I preparativi sono iniziati dalla prima mattina, con grande entusiasmo da parte dello staff.
Ma è intorno alle 18 che il #merrycompass comincia a prendere le sembianze dell’evento ufficiale. La sala inizia pian piano a gremirsi e i ragazzi del Laboratorio si accingono ad ultimare gli accorgimenti definitivi, prima di entrare in scena.

I presentatori per l’occasione, Andrea e Yvonne, aprono le danze, ringraziando la platea e spiegando l’essenza dell’evento. L’intento è di creare un’atmosfera piacevole, pronta ad accogliere tutti gli studenti e in particolare quelli stranieri, che hanno talvolta più difficoltà, per la lingua o per semplice timidezza, ad interagire con gli altri. Socializzare, invece, è bello, arricchisce ognuno di noi e l’Università deve rispecchiare tutto ciò, favorendo il convergere di realtà diverse tra loro, ma allo stesso tempo simili. Questo il pensiero della professoressa Pina Lalli che va a concludere la presentazione, lasciando nel pubblico la curiosità di come si evolverà l’evento.

#Merrycompass inizia con la proiezione del primo di tre video, interamente realizzati da alcune ragazze del nostro laboratorio, che ha voluto cogliere com’è vissuto il Natale dagli studenti stranieri del Compass. Attraverso delle video interviste che riportano esperienze differenti tra loro, il trait d’union tra gli intervistati risulta essere il desiderio di creare un’atmosfera familiare il giorno di Natale, condividendo la propria giornata con i parenti o con gli amici più cari. Celebrata, oppure no, la Festività Cristiana è un momento di unione, molto sentito dai ragazzi.

Dopo la proiezione del video iniziale, il nostro presentatore Andrea ha invitato il pubblico in sala a partecipare, raccontando la propria esperienza o, semplicemente, esternando un commento rispetto a quanto visto. Ha preso forma, in questi termini, un dibattito costruttivo tra i presenti che, rendendoci partecipi del proprio vissuto, hanno confermato il piacere di sentirsi a casa, sia all’interno della propria famiglia che nei luoghi di svago con gli amici.

Natale non solo come stato d’animo, ma anche come tradizione culinaria di un paese. Piatti tipici, e non, vengono immortalati nel secondo video che, ancor più del primo, invoglia i partecipanti a proiettarci, seppur solo idealmente, tra gli invitati di un “tipico pranzo natalizio”. E’ così che scopriamo come in Calabria il giorno di Natale si trasforma in un evento da dimensioni quasi ingestibili per la mole di ospiti che siedono ad una tavola imbandita di primizie alle quali non vuoi, ma non puoi neanche sfuggire, per evitare l’ira, innocua, della cuoca! 

Esperienze diverse ed interessanti ci sono arrivate nel corso dell’evento anche da Twitter, attraverso l’hashtag d’occasione #merrycompass, da coloro che ci hanno seguito virtualmente. La Professoressa Lalli, nel mirino della curiosità del pubblico, ci ha infine svelato cosa è solita preparare a Natale, in una giusta via di mezzo tra la propria regione d’origine, l’Abruzzo, e Bologna, città in cui vive ormai da anni.

Quale modo migliore per concludere questo scambio di idee, se non con un video che racchiude i saluti e gli auguri internazionali? In un clima sempre più rilassato e gioviale, ci si abbandona, così, alla degustazione del buffet e alla socializzazione, in perfetto stile #Merrycompass. 

Chi purtroppo non ha potuto presenziare, potrà riviverlo in un video sintesi realizzato dalla Dottoressa Michela Zingone che, in pochi minuti, coglie l’essenza del Merrycompass.

Vi aspettiamo al nostro prossimo evento, speriamo con lo stesso entusiasmo. Stay tuned!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...