Almaradio: il triangolo delle novità della città di Bologna

logodi Anna Suppa

Restyling, nuova identità, nuovi contenuti, nuovo vigore, nuovi attori e nuova sede: sono questi gli obiettivi del triangolo delle novità di Bologna. Sto parlando di Almaradio, la nuova Almaradio.
Da Gennaio 2014 Almaradio rappresenterà molto di più, un servizio di radio personalizzata basata sui podcast, fruibile in qualsiasi momento, che parte dal nostro territorio per poter essere ascoltata in tutto il mondo; il progetto è nato nel 2011 e si configurava come la radio F.M. degli studenti dell’Università di Bologna patrocinata dagli stessi e monotematica.
Dal prossimo anno, si configurerà come portale di servizi a cui vengono dedicati cinque canali tematici:

  • Arte e cultura
  • Business
  • Università
  • Sport
  • Intrattenimento

Ogni canale dovrà essere rappresentato da una madrina o un padrino, i contenuti saranno creati dalle persone ed enti direttamente interessati, al fine di portare i giovani studenti e non studenti  all’interno di queste sezioni.

Tra le modifiche principali vi è la presentazione grafica del marchio: da manovella del volume che assomiglia ad un’aula processuale inscritta in una semi-circonferenza a triangolo, poligono con tre angoli e lati ed un cerchio al centro; dominante è il colore arancio che nei messaggi e prodotti pubblicitari (utilizzato soprattutto per promuovere prodotti alimentari e giocattoli)  esprime l’entusiasmo, la determinazione, la creatività, l’energia .
I due loghi rievocano visivamente  l’evoluzione e le fasi dello sviluppo della radio: da progetto-bozza destinato a un target di pochi, gli studenti universitari, a progetto che si allarga delineando i propri obiettivi, vuole emergere, farsi conoscere da molti e coinvolgere il maggior numero di utenti.

Il logo almaradio, nella prima ipotesi, è rappresentato in carattere minuscoloabbinato a linee morbide e sinuose; nel secondo caso almaradio è rappresentato  con un carattere maiuscolo  accompagnato da linee spigolose, contorni netti, e da una circonferenza al centro quasi come se volesse esprimere la sua sicurezza e capacità di centrare il bersaglio.
I loghi rappresentano metaforicamente il passaggio, nelle fasi dello sviluppo sessuale degli individui, dalla pubertà all’età adulta,  dall’incertezza della propria identità ad una maggiore consapevolezza di sè, all’affermazione.

vecchio logo

logoalmaradio

Il team si articola a partire dalla sinergia di Bob Ferrari e Giammarco Rocco, il direttore artistico, montatore, autore e regista televisivo di Rai 3 e il direttore commerciale, nato come attore nel cast di due film di Pupi Avati. Incontrarli insieme significa accorgersi immediatamente della caratteristica sintonia che li lega, sono amici storici quasi fratelli da quattordici anni, si sono conosciuti in televisione. Giammarco presentava un programma intitolato Nuovi Talenti su E’TV e andò a montare un servizio nello studio di produzione di Bob. Di primo impatto non  si stabilì subito quella sinergia a causa delle diversità caratteriali, un po’ agli antipodi, uno il “troppo” simpatico, e l’altro l’introverso. Dopo aver scoperto che Bob aveva appena girato come attore e regista in un film autoprodotto (Sex and Action in Las Vegas) Giammarco, ha iniziato ad interessarsi a lui per poi realizzare un servizio che lo riguardava. Da allora hanno avviato una collaborazione, a partire da : “Fame: Fame di successo” su E’TV, le comiche per TELE+, divenuto Sky, fino all’idea di lavorare ad una webradio insieme.

giammarco e bob

Tra gli altri collaboratori: Federico Massari, direttore della testata giornalistica Almaradio News; Francesco Canè, amministratore delegato della società Giovanni Rana; Donato Marra, settore commerciale; Enki, società di consulenza; Farete,fiera di Unindustria, di cui abbiamo già parlato in un precedente post; Stefano Varesi, station manager; Licia Marcheselli e Silvia Sax, redazione; Alberto D’elia, fonico regista; Danilo grazioso, responsabile web marketing.

“ALMARADIO, UN MICROFONO PER LE TUE IDEE”: per tutti coloro che vogliono proporre nuove idee radiofoniche e non possono raggiungere la sede in Via Massarenti 190.
Per saperne di più, seguiamo Almaradio sul sito e sui social in attesa della grande inaugurazione del prossimo mese.
Stay tuned! E voi, conoscevate già il progetto?

Qui i principali contatti:

E-mail: redazione@almaradio.it

Sito webhttp://www.almaradio.it/

Facebook: www.facebook.com/almaradio

Twitter: https://twitter.com/AlmaRadio

Instagram: http://instagram.com/almaradio

Canale di Youtube: http://www.youtube.com/channel/UC_kBRCJtoh9E0jOtX12viLw

 

sede

Annunci

3 thoughts on “Almaradio: il triangolo delle novità della città di Bologna

  1. Quando ho intervistato Bob e Giammarco mi hanno esposto la struttura, la presentazione grafica e la descrizione dei nuovi obiettivi poichè, i contenuti sono ancora in fase di progettazione e non ancora ben definiti. Chiaramente questa è solo una prima anticipazione delle novità principali; approfondirò i canali tematici non appena la radio aprirà il sipario da Gennaio 2014.
    Spero che la nuova energia possa riscuotere il successo che merita e coinvolgere attivamente più figure per giungere a identificarsi come una vera e propria radio-innovazione.
    A presto per gli aggiornamenti

  2. Da studentessa dell’ateneo bolognese prima e da ricercatrice precaria poi mi sono sempre chiesta perche’ l’Unibo non avesse una propria radio, come capita in quasi tutti i college americani e anche in molti altri atenei italiani. Per un elenco delle esperienze sul territorio italiano vi consiglio questa pagina http://www.leradio.com/radio-universitarie.html. Una delle mie preferite e’ Radio101 dell’Universita’ di Torino. Spero che la proposta di Almaradio abbia successo e possa essere dato spazio nei loro palinsesti a contenuti prodotti dagli studenti e dai giovani ricercatori dell’ateneo. Mi dispiace che il post non approfondisca proprio la parte dei contenuti, ma che si limiti a promuovere e a descrivere il piano marketing. Per questo motivo resto in attesa di aggiornamenti e di proposte da parte dei nostri lettori sulle informazioni che vorrebbero avere o scambiare sfruttando questo canale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...