Social media e Pubblica Amministrazione

Foto di Jason Howie

Foto di Jason Howie

di Serena Bucci 

I social media negli ultimi anni hanno preso piede in tutti i campi, dalla sanità alla politica dalla piccole aziende alle multinazionali, fino ad arrivare anche all’interno della Pubblica Amministrazione.

Blogmeter, leader nel monitoraggio e analisi dei social media, ha svolto un’interessante indagine sia qualitativa che quantitativa attraverso lo strumento Social Analytics, sulle performance dei comuni capoluogo di provincia e delle regioni. Blogmeter ha raccolto e analizzato oltre 600.000 dati prodotti dalle attività su Facebook e Twitter di tutti i capoluoghi di provincia e delle regioni italiane. Circa il 48% dei comuni ha una pagina Facebook, mentre solo il 37 % possiede un account Twitter; le regioni presenti sulla piattaforma Facebook sono solo otto su venti, mentre su Twitter nove su venti. Tra i comuni capoluogo di provincia troviamo Torino al primo posto in termini di bacino potenziale (circa 68.000 follower e circa 25.000 fan) mentre Milano risulta il comune con più interazioni con i cittadini (13.386 citazioni in poco più di sei mesi e circa 385 interazioni al giorno). Per quanto riguarda le regioni, al primo posto su Twitter troviamo la Lombardia (1.111 mentions), mentre su Facebook  l’Abruzzo (circa 554 interazioni al mese).

twtter_comuni_2013

Risulta evidente dai risultati dell’indagine che le piattaforme social hanno acquisito un forte interesse negli ultimi anni da parte delle Pubbliche Amministrazioni, non solo per interagire con i cittadini ma soprattutto per la promozione del territorio. Infatti, molte amministrazioni tendono ad utilizzare i social più per promuovere loro iniziative e progetti che per interagire con i cittadini. Le piattaforme social, oggi offrono una grande opportunità di relazione tra Pubblica Amministrazione e cittadini nel confrontarsi e nell’interagire tra di loro. Invece molte amministrazioni tendono a utilizzare i social come estensione digitale dell’Ufficio Stampa piuttosto che interagire in modo diretto con la cittadinanza. Per tali motivi, è importante aumentare il dialogo all’interno dei social media e non limitare i cittadini a leggere comunicazioni date dalle amministrazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...