I social media interni

internal-social-media-296x300di Valentina Gasperini

Dopo l’analisi del “Data porn“, è ancora una volta il report sui digital trends del 2013 dell’agenzia di comunicazione e PR Hotwire a fornirci da spunto per un approfondimento sul web 2.0, in particolare sui social media interni.
Scrisse McGregor, nel 1960:“I lavoratori possono raggiungere uno sviluppo psicologico personale se la struttura organizzativa fornisce gli strumenti per un’integrazione tra l’individuo e gli obiettivi dell’organizzazione” (adattato da D. McGregor, The human side of enterprise, Mc Graw-Hill, New York, 1960, cap. 4).
Scritta più di cinquanta anni fa, l’affermazione del Prof. McGregor è ancora attualissima, perché i lavoratori sono ancora quelli di un tempo, almeno sotto un aspetto principale: sono ancora esseri umani motivati all’interazione.
I social media interni sono piattaforme social interne all’azienda che consentono ai dipendenti, non importa il loro ruolo, di interagire tra loro.  I social media interni svolgono una funzione fondamentale per l’azienda perché agiscono su due fronti: la comunicazione interna e la produttività.

La comunicazione interna

É la comunicazione che avviene tra i dipendenti dell’azienda e tra le sue varie divisioni. Con l’introduzione di un social media aziendale si può migliorare la comunicazione interna, rendendola più aggiornata e aggiornabile, più rapida e trasversale tra i dipendenti e dirigenti. Sul piano pratico un social media interno consente di pubblicare e leggere informazioni in tempo reale, di chattare, di organizzare un meeting, di chiedere un chiarimento, di fare una ricerca veloce su un collega e di fare crowdsourcing interno.

La produttività

Come è stato osservato nel report di Hotwire è ad oggi impossibile vietare gli accessi ai social media quali Facebook e Twitter da parte dei dipendenti perché attraverso gli smartphone, sempre più diffusi, si può eludere facilmente il divieto d’accesso ai siti sopracitati.
Avere un social media interno all’azienda significa dare ai dipendenti la possibilità di comunicare e allo stesso tempo di consentire un’interazione utile all’azienda. Potenziando la comunicazione interna, il social media aziendale supporta la diffusione della mission e degli obiettivi aziendali tra lo staff, semplifica le procedure operative e taglia i tempi morti. Inoltre il social media interno può migliorare l’ambiente di lavoro, può sviluppare il senso di appartenenza dei dipendenti e può far emergere le risorse del personale, aumentando così la produttività.

Pare davvero che il modello d’impresa 2.0, al passo con la creazione e l’utilizzo di social media interni, sia uno dei trend che il 2013 ha in serbo per le aziende. L’infografica di Gagen MacDonald e APCO Worldwide riporta i dati di una survey effettuata su 1000 impiegati statunitensi. L’obiettivo della ricerca è scoprire le loro impressioni e capire se l’uso dei social media interni può impattare sulla comunicazione interna e la produttività.

Advertisements

One thought on “I social media interni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...