Profilo e prospettive secondo il XV rapporto di Alma Laurea

School Children in Keene New Hampshire no copyright restrictions

School Children in Keene New Hampshire no copyright restrictions

di Valentina Bazzarin

Il 13 marzo c’e stato presentato il XV Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati. I laureati dell’Alma Mater hanno un tasso di occupazione lievemente superiore dal dato nazionale. Come si legge nel sito del Magazine Unibo:

“l’indagine ha riguardato i laureati dei corsi triennali e magistrali usciti nel 2011 e intervistati dopo un anno e i laureati dei corsi magistrali usciti nel 2007, intervistati dopo cinque anni. L’occupazione dopo la laurea per i neodottori post-riforma dell’Alma Mater continua ad attestarsi su buoni livelli. E questo nonostante i valori dell’occupabilità (in particolare della stabilità del lavoro) siano depressi, nel confronto con la media nazionale, dalla forte componente di laureati fuori sede residenti soprattutto al Sud, dove il mercato del lavoro è meno dinamico.”

Commento il questionario di Alma Laurea poiché la formulazione delle domande e la raccolta coatta dei dati è stata al centro del dibattito E’ possibile, nel sito di Alma Laurea, consultare i profili dei laureati, selezionare il corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale (LM-59) e fare il download di dati e tabelle. Nel 2011 si sono laureati 108 studenti e 100 hanno accettato di compilare il questionario. Il dettaglio anagrafico nella tabella 1 qui sotto:

Fonte: http://www2.almalaurea.it

Tabella 1 Fonte: http://www2.almalaurea.it

La maggior parte degli studenti, anzi delle studentesse, visto che nel 2011 rappresentavano il 72,2% dei laureati,  provenivano da regioni diverse dall’Emilia Romagna e il 6,5% erano studenti stranieri. Il 48% proveniva da famiglie con genitori che avevano conseguito il diploma di scuola media superiore e dalla classe media impiegatizia (30%) e dalla borghesia (27%) o piccola borghesia (21%). La prima domanda che sorge spontanea leggendo queste categorie  è sulla distinzione tra piccola e media borghesia. La distinzione si basa sul reddito e sulla professione del capofamiglia? Il dato sorprendente invece riguarda i laureati con genitori operai. Rappresentano il 22%. Il dato stupisce in relazione ad un articolo uscito oggi su La Repubblica, che riprendeva dati del Pisa test dell’OCSE (che si chiama OECD), e smentisce parzialmente la dichiarazione di Andrea Cammelli sul XIV report Alma Laurea, dove sostiene:

tra i laureati specialistici, biennali e a ciclo unico, si riscontra una maggiore selezione sociale: sono giovani più avvantaggiati socialmente e culturalmente, più disponibili alla mobilità tra sedi universitarie, sono quelli con più esperienze di studi all’estero nel curriculum. Anche se una percentuale maggiore lavora durante gli studi, forse per effetto della crisi economica e di carenze nel diritto allo studio. (pag.5)

Un altro dato interessante è quello relativo alle motivazioni per cui i laureati avevano scelto un corso in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale (vedi tabella 2). La formulazione della domanda o le etichette di risposta non permettono di comprendere la motivazione, ma l’aspettativa di partecipare ad un corso professionalizzante era estremamente bassa (il 7%).

Motivazioni molto importanti nella scelta del corso di laurea specialistica

Tabella 2: Motivazioni molto importanti nella scelta del corso di laurea specialistica Fonte: http://www2.almalaurea.it

Ma resta bassa anche la loro capacità di orientare la ricerca di una professione adatta alle loro competenze. Infatti come si legge nella tabella 3 il 43% non ha preferenze tra pubblico e privato, ma solo il 6% nel 2011 pensava di diventare lavoratore autonomo quando la preferenza era tra il settore pubblico e quello privato.

Tipo di lavoro cercato Fonte: http://www2.almalaurea.it

Tabella 3 Tipo di lavoro cercato Fonte: http://www2.almalaurea.it

Il dato non risulta coerente con quello della tabella 4. I laureati del 2011 puntavano soprattutto alla stabilità di un lavoro vero e proprio, senza passare per stage, apprendistato o lavori interinali. Magari con un contratto a tempo determinato, ma in questo caso il 32% dichiara di puntare ad ottenere un contratto autonomo o in conto proprio.

Disponibilità per tipologia contrattuale Fonte: http://www2.almalaurea.it

Tabella 4 Disponibilità per tipologia contrattuale Fonte: http://www2.almalaurea.it

Infine la disponibilità a lasciare Bologna o a lavorare nel Sud Italia si rivela scarsa. Piuttosto il 50% degli intervistati dichiarava di essere disponibile a trasferirsi in un altro paese Europeo. Al di fuori dell’Europa la percentuale cala sensibilmente, come si vede nell’ultima tabella.

Tabella disponibilità a traserimenti

Tabella 5 disponibilità a trasferimenti. Fonte: http://www2.almalaurea.it

Che cosa raccontano questi dati dei profili e delle aspettative degli studenti del Corso di studi in cui è stato proposto questo laboratorio? La risposta a questa domanda arriverà dagli studenti e, speriamo, dalla community alla quale chiediamo qui nei commenti un contributo.

Advertisements

2 thoughts on “Profilo e prospettive secondo il XV rapporto di Alma Laurea

  1. Concordo perfettamente con quanto detto da Francesco per quanto riguarda il nome del nostro corso di laurea. Aggiungere un richiamo alla dimensione privata della comunicazione lo renderebbe molto più completo. La grande differenza tra maschi e femmine iscritti purtroppo non mi sorprende e credo che non riguardi soltanto il nostro corso ma un po’ tutti quelli umanistici, spesso snobbati e visti con molti pregiudizi dagli studenti di sesso maschile. In merito a quanto affermato di Andrea Cammelli su La Repubblica mi permetto di dissentire. Sono figlia di operai, sono iscritta ad un corso di laurea magistrale a Bologna ma vivo in Veneto eppure non mi sento affatto un’ eccezione, anzi conosco moltissimi ragazzi nella mia stessa situazione. E’ vero, sto lavorando per poter pagare i miei studi e non sempre è facile riuscire a fare tutto. Ma non mi piace che passi l’idea che per studiare sia necessario essere “più avvantaggiati socialmente e culturalmente”. Basta solo rimboccarsi le maniche!!

  2. Analisi molto interessante di una piattaforma che ha numerosi difetti. Io fra qualche tempo confluirò nella minoranza di sesso maschile di laureati “Compass” e nel grande bacino dei fuori sede. Sarebbe interessante avere più strumenti per cercare di capire il perché del poco appeal che ha tra i ragazzi maschi una laurea magistrale di questo tipo. Un percorso formativo, questo, che io ho scelto perché ritenevo professionalizzante (a differenza dai dati emersi) e così è stato. Tendo a difendere le mie scelte e potrei giudicare non lucidamente questo corso di laurea ma le esperienze fatte e le conoscenze acquisite remano assolutamente a favore. Per quanto riguarda il futuro anche io non faccio una scelta netta tra lavorare nel settore pubblico o privato (pur preferendo il privato), come ci si può precludere una strada in un momento del genere? Sta qui la motivazione di una non scelta e non nel mancato orientamento durante gli studi. Per quanto riguarda la tipologia contrattuale preferita mi sembra quantomeno surreale che alcuni non ambiscano inizialmente ad uno stage o ad un apprendistato (un mio amico prende uno stipendio più che dignitoso con questa ultima tipologia). Diamoci una mossa, diventiamo flessibili (sempre in maniera dignitosa e senza svenderci) e cerchiamo di non rassegnarci ancora prima di iniziare..altrimenti non possiamo neanche dire di averci provato. Infine una proposta: rimettiamo la dimensione privata della comunicazione nel nome del nostro corso di laurea, c’è nella classe di laurea ma perché non nel nome? Eppure di comunicazione e marketing prettamente privati ne troviamo non pochi nei nostri piani di studio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...